La noia

Elsa-seconda figlia-cancro: “mamma mi annoio”

Io: “amore fa bene annoiarsi, bisogna imparare anche a fare quello”

Emma-prima figlia-scorpione: “mamma la prossima volta che ti annoi….mi fai un capellino?!!?”

Spesso i bambini quando non sono impegnati a fare qualcosa, di riconosciuto e strutturato, manifestano il sentimento della NOIA.

Spesso noi adulti dobbiamo impegnarci molto per riuscire ad avere qualche minuto di tempo senza far niente di strutturato.

A un certo punto della nostra vita, in un’età alla quale non riesco a risalire, avviene un’inversione di sentimento, la noia si trasforma in spazio per se, il non aver niente da fare da spauracchio infantile diventa desiderio, o meglio concessione.

Il tempo è una entità strana, se ne ha una percezione differente a seconda delle varie fasi della vita, o anche all’interno della stessa giornata…

Oggi mi ritrovo ladra,  occasionalmente rubo, un caffettino clandestino con amica, dai miei impegni di architetto-mamma-moglie-leone!

(ma al prossimo dovrò portarmi lana e uncinetto per soddisfare la richiesta di Emma…o no????!!!!)

 

Sul tema del tempo consiglio di leggere, a grandi e piccini, insieme o separati,

Michael Ende, Momo, Universale reprint, Sei, 2001

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *