Cartella personale o cestino?

Nel lontano 1998 ho iniziato a scrivere e-mail, sino ad allora le mie comunicazioni avevano forma di: lettere cartacee, bigliettini e segreteria telefonica!

A volte confesso di peccare di nostalgia, soprattutto dei tempi di attesa…e qui mi rendo conto che sto invecchiando….i bigliettini a sorpresa sulla bicicletta, il ritorno a casa nella speranza di veder lampeggiare la lucina della segreteria telefonica…..

Comunque stavo dicendo che nel 1998, grazie a un lavoro, ho iniziano a familiarizzare con il computer, che inizialmente non era necessariamente connesso (ve lo ricordate!!?)….comunque quando, tramite un cavo, accendevi e attivavi un modem, ti connettevi… così iniziai  a comunicare tramite electronic mail.

Da subito, grazie a il mio mentore, imparai ad archiviare tutta la corrispondenza in maniera precisa e ordinata, una cartellina per ogni persona con cui si comunica, nel dettaglio una per la posta che si invia e una per quella in arrivo….

…ma, confesso che, con il passare degli anni, l’aumento dei contatti e del flusso delle e-mail, ho iniziato a fare anche delle ‘cartellone’ per categorie; ne ho una per ogni annata dei miei studenti, una per categoria di mamme (MammeEmma-prima figlia-scorpione, MammeElsa-seconda figlia-cancro, MammeEva-terza figlia-acquario), una per il gruppo di danza,….e così via!

A un certo punto qualche componente delle macro categorie, per ragioni di diversa natura, si guadagna una sua cartellina personale…

Credo nella gerarchia dei rapporti, e per me un primo traguardo è uscire dai miei gruppi e conquistare una cartellina nominata!

E io quante cartelline con il mio nome avrò nel giro dei miei contatti?

Chissà se rientro in macro gruppi, in disordinate organizzazioni e trovata tramite il cerca, o cestinata appena letta…..!?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *