Mamma o spazzatura?!

Come spesso accade…Elsa-seconda figlia-cancro stava gustando la monoporzione di minitaralli nella strada di ritorno da scuola a casa…14 tarallini che scandiscono il nostro percorso, come le briccioline di Pollicino.

Lenta e assorta, mangia 2 tarallini mentre siamo ancora nel piazzale antistante la scuola, altri 2 e siamo alla svolta di via Farini, 2 e siamo al semaforo del ponte, 3 sul ponte mentre eseguiamo il nostro monitoraggio quotidiano al fiume, quantità d’acqua, presenza o meno di animali o loro tracce, ora ci sono i funghi e l’erba alta, infine ci perdiamo sull’analisi cromatica degli alberi…

La discesa che segue al ponte, accelera il nostro andamento e anche il ritmo di degustazione, altri 3 mangiati. Gli ultimi 2 li consuma nella stradina sotto le mura. Finiti prima di arrivare in via Bixio, un record!!!

Io la osservo celatamente, le è rimasta la bustina vuota in mano, attraversiamo la strada, difronte c’è un imponente bidone rosso, lei lo raggiunge e generosa gli regala la bustina…..FERMI TUTTI!!!!!!!

E’ la prima volta da quando sono mamma che una delle mie figlie arriva al bidone senza passare da me!!!!

Il mio ruolo mamma-spazzatura è destinato al declino?!!

Incredula lo faccio notare, ridiamo tutte….confesso di aver provato anche un pò di malinconia, subito fugata dall’occhio biricchino di Eva…sembrava volermi rassicurare…il mio ruolo mamma-spazzatura è salvo per ancora qualche anno!!!!! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *