“Bambina telecomando”

TelecomandoBambina00

La tecnologia diventa sempre più touch, minima, compatta, ma aumenta il numero dei telecomandi…uno per la tv, se non lo hai integrato, uno per il digitale terrestre, uno per il lettore dvd, uno per lo stereo, uno per i velux, ………….e molti ancora se ne potrebbero elencare!

Quando entro nelle case altrui, non riesco a trattenermi, li devo contare e collocare, devo osservare la loro posizione: dentro una tasca addizionata, di tessuto, sul divano? Casualmente buttati sugli appoggi della sala/cucina/soggiorno? Ordinatamente allineati su un tavolino deputato, che forse un tempo era il tavolino da fumo?…..ancora….

Forse mi incuriosiscono così tanto perché sono oggetti alieni alla mia infanzia….all’epoca il telecomando ero io: “Germana puoi cambiare canale”, “Germana puoi alzare il volume”, “Germana chiudi le tende che c’è riflesso…”, “Germana….” 😉

Quando faccio questo racconto alle mie bimbe, ridono, ridono tanto….non riescono ad immaginarsi una vita senza telecomandi, informazioni mutevoli e multiple a portata di clic…ma a pensarci bene anche io ridevo ai racconti di mia nonna sull’arrivo del cineforum, dei semafori, la sorpresa del telefono e a seguire la scatola magica!

Di sicuro c’è stata una accelerata, io ridevo su narrazioni di nonna, loro su quelle di mamma, i loro figli su cosa rideranno? Su se stessi?

“E  maaa!” direbbe la mia Elsa-seconda figlia-cancro, alzando le spalle!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *