Grazie alle mie 3E

3EEmma-prima figlia-scorpione quando iniziò a camminare riusciva a farlo solo tenendo qualcosa in mano…

l’atto dello stringere un oggetto la faceva sentire sicura, aggrappata a qualcosa, sostenuta….un pupazzo, un pennarello, un fazzoletto, bastavano per vederla partire verso l’autonomia motoria…cara!

Elsa-seconda figlia-cancro iniziò a saltare prima che a camminare….si arrampicava sul divano, sino al bracciolo, si metteva in piedi e poi raggiungeva il centro stanza con un salto preciso, sicuro e, che raramente l’ha tradita.

Era talmente abile nel gattonamento e nelle acrobazie che sembrava poco interessata alla posizione eretta, arrivata con calma, ma perfetta, impeccabile come è lei!

Eva-terza figlia-acquario raggiunge con un gattonamento sghembo il centro stanza, avvicina le manine ai piedi, alza il sedere pannolato e tira su il busto, a questo punto si applaude entusiasta con movimenti rotatori e fragorose risate…ancora non cammina!

Il loro approccio alla prima autonomia motoria, reale e tangibile, è innegabile manifesto delle loro personalità…da questo di deve dedurre che la genetica battezza una buona percentuale di noi…ma che se riusciamo ad osservarci forse siamo in grado di:

1_dare sempre una mano a chi ha bisogno di stringerla

2_non farci spaventare da salti acrobatici, se fatti con consapevolezza

3_saper ridere dei propri progressi

Grazie alle mie 3E che creano così tante occasioni di riflessioni e di crescita…mia ovviamente!!!

😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *