“è pero” o “e però”

RefusoIphone

Con i nostri super-telefonini ci ritroviamo tutti a essere un po’ scrittori…connettendosi tramite social, whatsapp, skype, altro, ecco che le infinite telefonate sempre più si trasformano in altrettanto infinite comunicazioni scritte.

Fiumi di letterine digitate e faccine selezionate ci raccontano, coinvolgendo il quotidiano!

In tutto questo l’iPhone vuole dire la sua, e suggerisce accenti, doppie, sinonimi e a volte contrari, innescando una sottile lotta tra lo strumento evoluto e il tuo pensiero…”Avrà ragione lui?“…dubbio!!!

Appurato che spesso hai ragione tu …ffffffuuuuuu…la domanda sorge spontanea…”Perchè ci propone quelle parole? Perchè se si vuole usare E lui ci propone E’? Cosa lo porta a rinnegare la congiunzione semplice a favore del verbo? ARRIVO diventa ARRIVO’, SI si trasforma in DI, ancora…!”

Chi ha programmato il suggeritore è francese? ha volontariamente progettato di creare caos per non farci abbassare troppo il livello di attenzione? si è divertito immaginandosi di creare comunicazioni scoordinate?

Chissà!!!

Mi accorgo di chi mi scrive dall’iPhone dagli errori che riconosco nel testo, sorrido, la tecnologia che tanto ci ha evoluto ora si sta’ ribellando?

😉

Una risposta a ““è pero” o “e però””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *