Spiritualità olfattiva

Fiori-di-Campo

Ogni volta che vado nella casa di nonna passo a salutare la sua immagine fissa, sorridente, che voltata un po’ verso destra si rivolge al nonno (unica lapide nera di tutto il cortile)…

“i nonnetti si guardano mamma”

osservano divertite le mie bimbe…ed è così, rivolti uno verso l’altra, partiti il solito giorno a vent’anni di distanza, continuano a essere in contatto, egocentrico lui, riservata lei posizionata in un angolo, ci regalano una diagonale di unione…e tutt’intono eccoli lì i volti della mia infanzia…li riconosco, alcuni invecchiati, altri meno, sono affissi su un pezzo di marmo nella loro posa migliore, addolciti da un vaso fiorito rigorosamente di plastica!!!

Fiori da omaggio di presenza effimero, vitale, profumato…si trasformano in qualcosa di fisso, artificiale, sterile…

e con le candele che sono elettriche, ecco che la mia spiritualità olfattiva viene stravolta!!!

Guardo la nonna mentre la omaggio di un mazzetto di fiori di campo…sono sicura che lei apprezzerà…e alche il nonno nel guardarla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *