Fondazione Prada

Prada1

Durante il mio soggiorno milanese ho avuto modo di visitare Fondazione Prada, inaugurata a maggio. 

Mi sono commossa!

E’ uno spazio incredibile, l’ennesima magia di Rem Koolhaas. Quell’uomo, dal curriculum eclettico, è davvero un, forse il, maestro dell’architettura di questo secolo, in grado di stabilire teorie, strategie, sinergie e sorprendenti armonie.

Mi sono ritrovata davanti a un intervento singolare, dal nome Prada ma collocato in un’area milanese industriale, lontana dal lusso, che vuole accogliere un centro d’arte ambizioso e privo di vestiti se non le elegantissime divise del personale e di molti visitatori – come dice la mia amica Antonella “forse la gente pensa di dover vestire Prada per poter visitare la Fondazione!” 😉

Le architetture esistenti – costruzioni di poco valore – sono state nobilitate con finiture pregiate; le nuove costruzioni sono manifesto di semplicità e sperimentazione materica. Dalle foglie d’oro al plexiglas, dal travertino alla schiuma di alluminio (presa in prestito dal mondo militare) non si percepisce contrasto, ma profondo equilibrio, elegante dialogo.

Mi sono sentita come una bambina al Luna-Park, dove tutto è possibile.

Se Dio sta nel dettaglio, Fondazione Prada è un tempio di citazioni, intuizioni, soluzioni magistrali.

Un posto dai palazzi d’oro, dove il marmo sembra volare, va visitato per forza!

😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *